Turchia, purga contro “virus”. Vice sindaco colpito da un proiettile alla testa

18 Luglio 2016, di Daniele Chicca

La purga del presidente Recep Tayyip Erdogan in risposta al golpe da parte dei generali dell’esercito, poi fallito, è iniziata. Un colpo di pistola alla testa ha lasciato in condizioni gravissime una delle più alte cariche della capitale turca. Il vice sindaco del quartiere di Sisli si trova ricoverato in ospedale e rischia di non farcela.

Non si conosce l’identità dell’uomo che ha sparato oggi il colpo che potrebbe rivelarsi mortale e non si sa se l’incidente ha un rapporto con il golpe fallito, in cui più di 200 persone sono state uccise. Secondo il governo la situazione è sotto controllo, ma mercati e osservatori temono per l’instabilità politica. Erdogan, ha promesso di debellare il “virus” in Turchia dopo il tentativo di colpo di stato fallito di venerdì scorso.