Turchia: nessuna tregua coi curdi siriani, si ritirino oltre l’Eufrate

31 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

La Turchia ha annunciato che non prenderà parte a nessuna tregua che riguardi le milizie curde presenti nel Nord della Siria, una distensione di cui avevano parlato ieri dagli Stati Uniti come un fatto già avvenuto. Lo ha dichiarato il ministro turco per gli affari con l’Unione Europea Omer Celik: “Nessun compromesso con i curdi”. Alcune fonti militari si sono spinte più in là rivelando che la Turchia “non siederà mai allo stesso tavolo con il braccio siriano di una organizzazione terroristica. La nostra posizione è chiara: le milizie curdo-siriane Pyd/Ypg devono ritirarsi a est dell’Eufrate”. Mentre per il ministro Celik le “le attività del Pyd [la coalizione che comprende i curdi siriani, Ndr.] nel nord della Siria portano beneficio solo al gruppo terroristico, non al popolo curdo”.