TTIP: la Francia dice no al trattato di libero scambio Usa-Ue

3 Maggio 2016, di Daniele Chicca

Se il controverso Trattato di libero scambio rimane così com’è, la Francia dirà di no. Anticipando in qualche modo le rivelazioni di Greenpeace, il presidente francese Francois Hollande, alla disperata ricerca di uno slancio in popolarità a un anno dalle nuove elezioni, ha deciso di mettere in una fase di stallo il patto tra Stati Uniti ed Europa.

“La Francia è contro l’attuale contenuto del Trattato transatlantico sul commercio e sugli investimenti per questioni fondamentali del Paese come l’agricoltura, la salute e l’ambiente”, ha ha detto il presidente della Repubblica francese a proposito dei negoziati sul Ttip che si stanno ormai protraendo da tre anni e ora devono affrontare lo scetticismo di entrambi i lati dell’Atlantico.

“Non accettiamo compromessi sui principi e sui valori francesi come la cultura, l’agricoltura, la salute e l’ambiente. E’ per questa ragione che la Francia dice no al proseguimento degli attuali negoziati”, ha dichiarato Hollande in un discorso in cui ha ripreso tutta la sua azione di Governo.