Trump accusa Russia e Cina di non aver rispettato sanzioni contro la Corea del Nord

13 Luglio 2018, di Mariangela Tessa

Segnali contrastranti arrivano dall’amministrazione Trump nelle relazioni con la Corea del Nord. Gli Stati Uniti accusato la Cina e la Russia per aver violato le sanzioni petrolifere contro la Corea del Nord. Sanzioni che prevedono per il resto dell’anno limiti alla vendita di prodotti petroliferi.

Allo stesso tempo il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha pubblicato ieri una lettera personalmente inviatagli dal leader nordcoreano Kim Jong-un, in cui questi esprime la determinazione a conseguire “un nuovo futuro” nelle relazioni bilaterali ed esprime fiducia circa il buon esito degli sforzi negoziali profusi dai due paesi.

“Una lettera molto bella da parte del presidente della Corea del Nord. Stiamo facendo grandi progressi”, ha scritto ieri su twitter il presidente Usa, allegando la foto della traduzione in lingua inglese della missiva, datata 6 luglio. La lettera, indirizzata al presidente Usa, è stata consegnata al segretario di Stato Usa Mike Pompeo durante la sua visita a Pyongyang, alla fine della scorsa settimana.