Truffa all’Inps: intascavano assegni sociali ma risiedevano all’estero

26 Settembre 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Hanno intascato illegittimamente oltre 10 milioni di euro di assegni sociali dell’Inps e sono così scattate le denunce per 370 persone residenti all’estero con l’accusa di indebita percezione di emolumenti.

Le indagine condotte dal Nucleo speciale spesa pubblica e repressioni frodi comunitarie delle Fiamme gialle hanno individuato centinaia di cittadini, sia italiani che stranieri che, dopo aver ottenuto dall’Inps l’assegno sociale, si erano trasferiti all’estero non rispettando così il requisito essenziale della stabile ed effettiva residenza sul territorio nazionale. I cittadini denunciati tra l’altro hanno anche certificato falsamente redditi inferiori alla soglia prevista dalla legge per il conseguimento del beneficio.