Tria all’Ecofin: “Piccoli scostamenti sulla richiesta di correzione deficit”

22 Giugno 2018, di Alessandra Caparello

Le restrizioni alla politica economica del governo vengono dai mercati, non da Bruxelles. Così il ministro dell’economia Giovanni Tria parlando a Lussemburgo dopo la sua prima partecipazione a una riunione dell’Ecofin.

“L’Italia intende rispettare la richiesta di correzione del budget per il 2018 fatta dall’UE, ma potrebbe esserci un adattamento in vista della crescita economica (…) L’intenzione è cercare di rispettarlo ovviamente. Si stanno facendo dei calcoli, qualunque piccola deviazione da quest’impegno, che la Commissione più o meno già si aspetta, deriverebbe dal fatto che l’impegno è stato preso sulla base di un quadro macro abbastanza favorevole”.