Toyota vende più auto del previsto ma prevede calo del 20% dei profitti

10 Maggio 2017, di Daniele Chicca

I titoli di Toyota sono sotto pressione in Borsa. La casa automobilistica ha venduto più vetture del previsto nell’ultimo anno fiscale, ma si aspetta di subire un calo del 20% dei profitti nel 2017 per via del rincaro dello yen. Nell’esercizio fiscale partito ad aprile 2016 e conclusosi a marzo 2017, il gruppo giapponese ha venduto nel mondo più di 10,25 milioni di veicoli, per un progresso di 157.000 unità, ma i profitti operativi si sono ristretti del 30% a 1.994 miliardi di yen (16,1 miliardi di euro) a fronte dei 2.853 miliardi dell’esercizio fiscale precedente.

Depurati degli effetti dei tassi di cambio Toyota avrebbe registrato una crescita di 120 miliardi di yen degli utili, fa sapere Osamu Nagata, il nuovo direttore finanziario del gruppo che prima era a capo della divisione americana di Toyota. Il gruppo ha annunciato che per via del rafforzamento dello yen e dei costi più elevati delle attività di marketing nel mercato Usa, gli utili dovrebbero calare del 20% nell’anno fiscale in corso. In questo momento nel pre-market statunitense i titoli cedono lo 0,93% a quota 107,45 dollari.