TIM boccia il piano di Elliott: “Presenta notevoli complessità”

18 Aprile 2018, di Alessandra Caparello

Il piano presentato dal fondo Elliott non è coerente con il piano strategico messo a punto dall’ad Amos Genish. Lo afferma il management di Tim in una presentazione pubblicata sul sito. Il piano approvato da Tim invece viene definito il “percorso migliore per creare valore sostenibile e di lungo periodo per tutti gli azionisti e obbligazionisti”.

“Nel contesto corrente e con il quadro normativo attuale, l’implementazione di tali iniziative (ndr:di Elliott)  presenterebbe notevoli complessità e significative implicazioni di natura finanziaria.

Dopo l’affondo di ieri di Vivendi contro Elliott (“vuole smantellare il gruppo”), oggi è la volta del management di Tim che difende il piano strategico 2018-2020 presentato a marzo (“il percorso migliore per lo sviluppo industriale della società”) e boccia il piano alternativo proposto dal fondo attivista, giudicandolo non realizzabile.