Tesla, SEC accusa Elon Musk: violazione sfacciata di un ordine federale

19 Marzo 2019, di Alessandra Caparello

Elon Musk ha “sfacciatemente violato” l’accordo raggiunto lo scorso anno per cui l’AD di Tesla si era impegnato a concordare i suoi tweet contenenti informazioni sensibili sul suo gruppo.

Così scrive la SEC, la Consob americana  al giudice in riferimento al tweet dello scorso 19 febbraio in cui Musk diffuse le stime di vendite per il 2019.

Si tratta di una ‘violazione sfacciata‘ di un ordine federale che obbliga Musk a concordare comunicazioni sensibili. Musk interpreta l’ordine a proprio modo, e non richiede la pre-approvazione a meno che non decida che i tweet sono significativi per gli investitori e l’argomentazione secondo cui i cinguettii sulle previsioni di produzione automobilistica non sono un’informazione da vagliare supera la frontiera sul ridicolo”.

I legali dell’imprenditore sostengono che tali tweet arrivati a mercati chiusi non hanno svelato alcuna informazione sensibile o nuova e come tale non vanno messi sotto accusa.