Terremoto centro Italia: bilancio vittime rivisto a 241 morti. Ma si teme peggio che a L’Aquila

25 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

Aggiornato il bilancio delle vittime che ieri, 24 agosto 2016, ha devastato il Centro Italia, e in particolare l’area delle Regioni di Lazio, Umbria e Marche.

Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione Civile, ha reso noto che i morti sono 241 e non 247 come comunicato qualche ora fa. Si teme tuttavia, dal momento che il bilancio è provvisorio, un bilancio finale di vittime superiore a quello del terremoto dell’Aquila, che provocò 309 morti.

Intanto la revisione al ribasso del bilancio delle vittime si spiega con la Prefettura di Ascoli, che ha rivisto il dato per la zona di Arquata riducendolo da 57 a 46 deceduti. Nell’area di Amatrice e Accumuli il numero ufficiale è salito invece da 190 a 195. I feriti in ospedale sono 264.

Continuano le scosse, alcune avvertite anche nelle Marche, nel Lazio e in Abruzzo. Dall’inizio dello sciame e fino alle 7 di stamane, ne sono state registrate circa 470.