Terremoto Amatrice: 120 indagati per truffa, residenze cambiate per avere aiuti

di Mariangela Tessa
26 Settembre 2017 12:16

Avrebbero approfittato del terremoto per incamerare aiuti erogati dalla Protezione civile, semplicemente cambiando la residenza. La notizia viene riportata dal Messaggero nell’edizione di martedì, secondo cui sono circa 120 le persone che rischiano il processo: tutte raggiunte da avvisi di garanzia in cui si ipotizzano i reati di truffa e falso. Nella maggioranza dei casi, i cambi di residenza venivano fatti da Roma alle località devastate dal sisma nel 2016.