Terremoto, altre potenti scosse avvertite fino a Roma

18 Gennaio 2017, di Laura Naka Antonelli

La terra del centro Italia torna a tremare, con una nuova scossa durata diversi secondi. Lo sciame sismico continua a martoriare le zone colpite dal sisma a fine agosto, al momento alle prese anche con il gelo per le forti nevicate degli ultimi giorni, che in Abruzzo si sono tradotte in diversi casi di black out.

La prima scossa di terremoto è stata avvertita alle 10.25 di oggi, e ha seminato il panico tra la gente, anche di Roma, scesa in strada.

Diverse le segnalazioni nella Capitale e le richieste di informazioni al numero unico di emergenza 112. Altre scosse si sono susseguite con frequenza successivamente.

Così Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione Civile, nel corso di un’intervista rilasciata a SkyTg24 e in relazione alla scossa di magnitudo 5.3 avvertita nelle aree tra Rieti e l’Aquila.

“Un valore che può creare problemi alle infrastrutture già compromesse. Il sisma è stato sentito in maniera chiara in tutta la parte centrale del paese, anche nella capitale”.