Tasse statali su in New York e California, “fuga di 800mila contribuenti”

27 Aprile 2018, di Alberto Battaglia

Una coppia di economisti, già consiglieri di Donald Trump, Arthur Laffer e Stephen Moore, hanno prefigurato una fuga da New York e dalla California, due stati che hanno adottato una nuova legge fiscale che penalizzerà i contribuenti più ricchi. Secondo i due studiosi, che hanno firmato un editoriale sul Wall Street Journal, sarebbero 800mila i soggetti pronti a cambiare residenza in un altro stato americano. La novità riguarda il tetto alle deduzioni fiscali sulla tassa federale fissato a 10mila dollari. L’ammontare di tasse sui redditi pagati alle amministrazioni locali e statali viene dedotta dalla base imponibile della income tax federale: inserire un tetto a tale deduzione costituisce un aumento del prelievo specialmente per i soggetti che guadagnano di più.

Secondo altri studiosi la previsione di Laffer e Moore è priva di fondamento. Fra questi figura, in particolare il professor Cristobal Young (Stanford), coautore di uno dei maggiori studi sulle relazioni fra tasse e migrazioni: la previsione sarebbe “un puro non-senso”, ha dichiarato a Cnbc.