Tasse: niente IMU e Tari per chi risana l’immobile in degrado

15 Marzo 2021, di Alessandra Caparello

Stop al pagamento dell’Imu e della Tari sugli immobili oggetto di rigenerazione urbana. È quanto prevede il testo unificato di ddl sulla Rigenerazione urbana depositato in Commissione Ambiente del Senato secondo cui al proprietario di immobili danneggiati e in degrado, che provvede a risanarli, migliorando l’immagine della città, sono riconosciuti alcuni benefici.

Tra questi l’esenzione dal pagamento delle imposte quali l’Imu e la tassa sui rifiuti, la Tari. Al contrario si prevede una maggiorazione per chi non si attiva con i Comuni che possono alzare le aliquote Imu su “unità immobiliari” o “edifici inutilizzati o incompiuti da oltre cinque anni”. Lo stesso potranno fare le Regioni con l’addizionale Irpef fino a massimo lo 0,2%.