Tangenti Saipem: Cassazione annulla proscioglimento Eni e Scaroni

25 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Annullato il proscioglimento di Eni e di Paolo Scaroni, l’ex ad della società per l’accusa di corruzione internazionale nell’ambito del processo milanese sulle presunte tangenti versate da Saipem all’Algeria in cambio di appalti.

A deciderlo la sesta sezione penale della Cassazione che ha accolto così il ricorso della procura di Milano contro il proscioglimento deciso dal gup disponendo che venga rifatta l’udienza. Eni ha fatto sapere che prende atto della decisione e si dichiara ancora estranea alla vicenda.

“Eni continuerà a fornire la massima collaborazione alla magistratura affinche’ quanto prima sia fatta chiarezza sulla sua estraneità dalle vicende in questione”.