Tagli alla spesa: beni demaniali, patrimonio di ben 59 miliardi nel 2015

4 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

“Le vendite di beni pubblici negli ultimi anni hanno dato circa 1 miliardo di rendita l’anno”, lo ha dichiarato il direttore dell’agenzia del Demanio, Roberto Reggi, commentando i risultati annuali dell’agenzia. Al 31 dicembre 2015 il valore complessivo dei beni demaniali è stato calcolato a 59 miliardi di euro, una stima in aumento, nonostante la diminuzione nel numero dei beni (54.397 a fine 2015); l’85% di tale patrimonio in uso governativo, 5% demanio storico artistico, 6% patrimonio indisponibile, 4% patrimonio disponibile. I risparmi sulle locazioni passive ammontano a 18 milioni di euro nel 2015 e, complessivamente, a 73 milioni negli ultimi 5 anni: è l’effetto della chiusura di numerosi contratti di affitto passivo e, conseguentemente, del maggior numero di metri quadrati di immobili di proprietà dello Stato.
Fra il 2011 e il 2015 la vendita dei beni dello Stato ha totalizzato entrate per 568 milioni di euro, nello stesso periodo le vendite da parte di altri Enti Pubblici hanno prodotto altri 4.667 milioni di euro.