Svizzera: il canone Tv non si tocca, bocciato il referendum

5 Marzo 2018, di Alessandra Caparello

GINEVRA (WSI) – La Svizzera ha bocciato il referendum per l’abolizione del canone televisivo, promosso dalla destra con l’iniziativa No Billag.

Il canone è “una tassa che limita la libertà di ogni individuo e la concorrenza sul mercato dei media” dicevano i fautori del referendum ora bocciato. Gli svizzeri hanno così assecondato le ragioni del governo per cui senza il canone la qualità del servizio pubblico sarebbe crollata senza contare i tanti posti di lavoro che sarebbero andati perduti nel settore.