Svezia: premier sfiduciato, decisivi i voti dell’estrema destra

25 Settembre 2018, di Mariangela Tessa

Fine del modello socialdemocratico svedese. Il primo ministro svedese, Stefan Lofven, è stato sconfitto in un voto di fiducia al parlamento di Stoccolma.

Si dimetterà, ma considerato il fatto che nessuna coalizione al momento detiene una maggioranza, non è chiaro chi formerà il prossimo governo.

Le elezioni del 9 settembre hanno dato vita a un parlamento in cui la coalizione di centrosinistra ha guadagnato 144 seggi, uno in più rispetto all’alleanza di centrodestra, finora all’opposizione.

Hanno votato contro la fiducia al governo anche i 62 eletti del partito anti-immigrazione dei Democratici Svedesi guidato dal giovane, Jimmie Akesson.