Superindice Ocse: crescita stabile ma zona euro perde colpi

10 Aprile 2018, di Livia Liberatore

L’area Ocse cresce a ritmo stabile, ma ci sono segnali di uno slancio minore nella zona euro e nei suoi maggiori Paesi. A dirlo è il superindice Ocse, che mira ad anticipare le svolte rispetto al trend dell’attività economica nei prossimi 6-9 mesi nell’area che riunisce i 35 Paesi industrializzati. In particolare, la perdita di slancio riguarderà Italia, Francia e Germania mentre nel Regno Unito l’attività economica continuerà a rallentare. Prospettive di crescita stabile per Usa, Giappone e Canada.