Sugar tax, italiani divisi fra favorevoli e contrari

29 Novembre 2019, di Alberto Battaglia

Il 62,6% degli italiani non considera la sugar tax utile a ridurre i consumi di bevande zuccherate ed il 60,9% ritiene che si tratti di un modo per generare maggiori entrate per lo Stato. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto su mille soggetti dall’Osservatorio settimanale socio-politico Omnibus di Euromedia Research (con metodo Cawi fra 12 e 14 novembre).
Per quanto riguarda la conoscenza della sugar tax, il 60,1% non sa che riguarda anche le bevande “zero zuccheri”, solo il 38,5% degli intervistati la identifica come accisa mentre, per il 65,1%, impatterà prevalentemente sui consumatori. Il 50,6% del campione ritiene che non siano le tasse lo strumento corretto contro obesità e cattive abitudini alimentari mentre il 12,8% riconosce, nelle bevande dolci e zuccherate il reale problema.  Il 26,2% ritiene invece che sarebbe necessario tassare anche merendine e altri prodotti dannosi