Sudan: ribelli attaccano civili nel campo Onu

18 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

JUBA (WSI) – 7 persone sono rimaste uccise e 32 ferite tra cui un bambino rimasto orfano di padre. Questo il bilancio della sparatoria avvenuta contro civili nel campo Onu di Malakal, una base delle Nazioni Unite in sud Sudan.

Nell’attacco i ribelli hanno usato kalashnikov e mitragliatrici come riferito da testimoni. L’attacco si inserisce nella lunga scia di sangue in cui sono rimaste uccise oltre 47.500 persone nella base di Malakal, sui circa 200.000 civili che hanno trovano riparo negli otto campi Onu presenti nel Paese dopo lo scoppio del conflitto civile nel dicembre 2013.