Sondaggio, cosa pensano gli Usa dopo 100 giorni di Trump

27 Aprile 2017, di Alberto Battaglia

Il consenso degli americani dopo i primi 100 giorni di Donald Trump è contraditorio, ma, secondo un sondaggio della rete vicina ai repubblicani Fox News, nel 2020 solo il 7% degli elettori del magnate lo “tradirebbero” per un altro candidato. Il 49%, inoltre, sarebbe determinato a rieleggerlo, con un ulteriore 32% che lo farebbe “probabilmente”.

Il sondaggio, frutto di 1.009 interviste telefoniche casuali, ha mostrato che il 45% degli americani approvano i primi 100 giorni di Trump, mentre il 48% si dissocia; il 67% approva l’attacco missilistico su Assad in seguito al presunto attacco chimico sulla provincia siriana di Idlib; il 46% ritiene che il presidente stia mantenendo le sue promesse (contro il 44% opinione opposta).
Sul fronte economico la maggioranza relativa degli intervistati ritiene che le mosse di Trump siano di aiuto (37% contro 25%); per quanto riguarda la priorità da affrontare, fra riforma sanitaria e fisclale, gli americani scelgono la prima (71%), oltre la metà di questi vorrebbe ridimensionare o rimuovere l’Obamacare.