SocGen: Bce taglierà i tassi questo e il prossimo anno come risposta alla recessione USA

15 Luglio 2019, di Alessandra Caparello

La BCE ridurrà i tassi quest’anno e il prossimo anno per colpa della probabile recessione americana. Così gli analisti di SocGen, unendosi al coro crescente di quelli che prevedono che la banca centrale apporterà tagli.

Un rapporto dell’economista, Anatoli Annenkov, indica che  la BCE ridurrà il tasso sui depositi di 10 punti base a settembre, dopo aver introdotto una “tendenza al ribasso” nella riunione della banca centrale della prossima settimana. Precedentemente gli analisti avevano sostenuto che non c’era bisogno che la BCE si affrettasse a tagliare i tassi a luglio. Ora le nuove stime prevedono che la banca centrale europea ridurrà ulteriormente il tasso sui depositi di 20 bp e il tasso di rifinanziamento di 10 bp nel giugno 2020, oltre a lanciare un programma QE di 40 miliardi di euro al mese per un anno.

La ragione di questa mossa è perché essa è indicata come risposta ad un rallentamento della crescita economica innescato da una recessione americana.