Siria, Russia accusa il Belgio: “Uccisi civili in raid”

19 Ottobre 2016, di Alessandra Caparello

MOSCA (WSI) – J’accuse della Russia nei confronti del Belgio in merito ai raid su Aleppo in cui avrebbero perso la vita sei civili e quattro sono rimasti feriti. A puntare il dito la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, in un incontro con la stampa a Mosca, in cui ha auspicato che anche la coalizione con a capo gli Usa condannino il bombardamento.

“Ci aspettiamo una adeguata reazione della coalizione Usa, del Belgio stesso e delle organizzazioni internazionali, che criticano l’operazione russa contro i terroristi ad Aleppo (…) la Russia non avrà altra scelta: per noi significherà un tentativo di sostegno ai terroristi che rimangono in Siria”.

Il governo belga però ha prontamente smentito il bombardamento ma nonostante ciò il Cremlino va all’attacco e in un comunicato del ministero della Difesa ha precisato:

“Gli aerei russi e siriani non erano in questo settore. Ma gli aerei della coalizione internazionale svolgono missioni nella regione (…) due F-16 dell’aviazione belga sono stati avvistati in questo settore al momento del bombardamento”.