Siria: colloqui di pace inutili, ribelli anti Assad non ci saranno

29 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

DAMASCO (WSI) – Il principale gruppo dell’opposizione siriana, i ribelli anti Assad,  la Commissione Suprema per i negoziati, ha deciso che non parteciperà oggi ai colloqui di pace mediati dalle Nazioni Unite a Ginevra. A riferirlo una fonte dell’opposizione, motivando il diniego alla mancanza di rassicurazioni da parte dell’Onu in merito all’accoglimento delle loro richieste, accusando tra l’altro il presidente Assad di non aver ascoltato la loro istanza preliminare di sospendere i bombardamenti.

I colloqui di pace che si sarebbero dovuti tenere a Ginevra in Svizzera hanno come oggetto la risoluzione 2254 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che invita le parti a consentire l’accesso a tutte le organizzazioni umanitarie per assistere la popolazione, in particolare quella nelle zone assediate in Siria. Monzer Akbik, leader della coalizione nazionale siriano (CNFROS), ha comunque affermato che il comitato si riunirà di nuovo oggi per decidere su un’eventuale partecipazione ai negoziati.

“Non posso dirlo con certezza, ma spero che alla fine una delegazione dell’opposizione si rechi a Ginevra”.