Overfunding lampo per la campagna di Seed Money

4 Dicembre 2020, di Alessandra Caparello

“Sono bastate meno di 24 ore per superare l’obiettivo minimo di raccolta. È davvero un segnale di grande fiducia” commenta Marco Rizzelli, General Manager di Seed Money, il primo acceleratore privato italiano ad aver completato un round di equity crowdfunding nel 2018. Oltre 180 soci di cui più di 50 investitori seriali con all’attivo oltre 10 investimenti ciascuno e che compongono il nocciolo duro del club deal di Seed.

Un portafoglio di 15 startup tra accelerate e partecipate, attentamente selezionate che può vantare un tasso di rivalutazione a 12 mesi pari all’80%. Una formula vincente, collaudata nel tempo, che ha permesso alle startup accelerate di poter raggiungere, nelle rispettive campagne di raccolta in equity crowdfunding, tassi di successo dell’87% con un overfunding medio del + 267%. Tra i casi recenti ricordiamo LocareBirrificio 620 PassiRepUPLegalEye, solo per citarne alcune.

 

Le startup hanno bisogno non solo di risorse finanziarie, ma anche di apprendere come fare impresa e a volte il problema è più la mancanza di una cultura imprenditoriale che di risorse finanziarie e spesso genialità e velocità di execution, si scontrano con scarsa organizzazione e assenza di controllo di gestione. Noi operiamo proprio cercando di colmare questo gap e i risultati raggiunti sono la prova che la direzione è giusta».