Sconfitta in Meclemburgo, Merkel ribadisce rigore sui migranti irregolari

6 Settembre 2016, di Alberto Battaglia

La sconfitta elettorale della Cdu nelle elezioni tenutesi domenica in Meclemburgo, nelle quali gli euroscettici anti-migranti di Afd hanno sorpassato il partito della cancelliera Angela Merkel, riporta nel dibattito, ancora una volta, la politica delle porte aperte che un anno fa ha portato oltre un milione di rifugiati entro i confini della Germania. “Sono molto scontenta per l’esito delle elezioni regionali ieri in Meclemburgo”, ha commentato Merkel al termine del G20 svoltosi in Cina, “Da un lato ci prendiamo la responsabilità umanitaria, inclusa l’integrazione, dall’altro mettiamo in chiaro che coloro che non hanno diritto di rimanere, devono anche lasciare il nostro Paese”.