Schwazer ancora positivo al doping, l’avvocato: “complotto, faremo causa”

22 Giugno 2016, di Alberto Battaglia

Il marciatore altoatesino Alex Schwazer è risultato nuovamente positivo agli esami antidoping, lo riporta la Gazzetta dello Sport indicando che le sostanze rilevate sono gli steroidi. Il 31enne, già squalificato tre anni e nove mesi per doping nel 2012, sarebbe stato sottoposto all’esame il primo gennaio di quest’anno dalla Federazione mondiale di atletica leggera, mentre l’atleta si trovava a Vipiteno (Bolzano). L’entourage del marciatore indirà oggi una conferenza stampa, per il momento la notizia non è stata smentita. L’ultima vittoria di Schwazer risale all’8 maggio scorso, una gara che consente al marciatore di partecipare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Se venisse confermato l’uso di sostanze dopanti, Schwazer rischia la radiazione a vita dal mondo dello sport. “Ora è successo quello che Alex ha sempre temuto, ma noi ci difenderemo e faremo causa”, ha commentato l’avvocato dell’atleta sudtirolese.