Samsung: mandato d’arresto per vicepresidente Lee Jay-young

16 Gennaio 2017, di Alessandra Caparello

SEUL (WSI) – Mandato d’arresto per Lee Jay-yong, erede e vicepresidente di Samsung. Questa la richiesta formulata dai procuratori speciali di Seul in merito all’inchiesta su corruzione in cui è coinvolta anche la presidente della Corea del Sud Park Geun-hye.

L’accusa per Lee è di aver versato 25 milioni di dollari  a due fondazioni no profit controllate da un’amica della presidente che è stata soggetta ad impeachment.