Salute: lavorare di notte aumenterebbe il rischio di cancro

3 Agosto 2016, di Alessandra Caparello

BOSTON (WSI) – I lavori di notte aumentano i rischio oncologico. A dirlo una ricerca condotta dal Massachusetts Institute of Technology di Boston e pubblicata sulla rivista Cell Metabolism. A subire danni l’orologio biologico regolato da due geni lancetta, chiamati Bmal1 e Per2.

“Se si distruggono questi geni in tutte le cellule del corpo, il segnale luminoso che si riceve normalmente non provoca più alcun effetto. E’ come prendere un martello molecolare e rompere l’orologio”.

Se i geni “lancetta” si rompono si accelera la crescita della cellula, facendola proliferare in modo incontrollato col rischio di provocare un tumore aggressivo.