Salute: batterio kamikaze anti cancro, produce cura e poi muore

21 Luglio 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Un altro importante passo in avanti nella ricerca di una cura contro il cancro è stata fatta da un gruppo di ricercatori americani, coordinati da Jeff Hasty, che lavora tra l’Università della California a San Diego e il Mit.

Lo studio ha portato alla realizzazione di un batterio sintetico kamikaze: Produce un farmaco anticancro, lo rilascia nelle cellule malate e poi si suicida, per evitare di moltiplicarsi.

È la prima volta che si esplora la possibilità di programmare il ciclo vitale dei batteri per evitare che si moltiplichino nell’organismo.

I batteri, del genere Salmonella, sono stati somministrati per bocca a topi con il tumore del colon retto. I primi risultati sono stati positivi e indicano che, se somministrati insieme alla chemioterapia, i batteri kamikaze riducono l’attività del tumore e aumentano la sopravvivenza.