Russiagate: si dimette Rosenstein, vice capo del Dipartimento di Giustizia Usa

9 Gennaio 2019, di Daniele Chicca

Si dimetterà la prossima settimana Rod Rosenstein, il secondo rango nella gerarchia del Dipartimento di Giustizia e incaricato di seguire l’indagine di Robert Mueller sul Russiagate. Sono il New York Times e il Financial Times a riportarlo, citando due funzionari del governo il primo e una persona informata dei fatti il secondo, confermando le indiscrezioni riportate in precedenza dalla Bbc.

Rosenstein è stata uno delle persone centrali dell’indagine e una di quelle maggiormente criticate da Donald Trump, in particolare da quando ha nominato Robert Mueller nel ruolo di consulente speciale dell’inchiesta sulla presunta collusione tra Russia e squadra di Trump durante la campagna presidenziale del futuro presidente Usa.

A provocare le dimissioni dell’alto funzionario del Dipartimento di Giustizia sarebbe la conferma del Senato di William Barr a capo del Dipartimento di Giustizia, scelto come attorney general dall’amministrazione Trump per sostituire Jeff Sessions. Rosenstein intende infatti “assicurare una transizione” senza intoppi per Barr.