Russia, il governo di dimette in vista di riforme costituzionali pro-Putin

15 Gennaio 2020, di Alberto Battaglia

Il governo russo presieduto da Dmitry Medvedev ha rassegnato le dimissioni in vista di nuove riforme costituzionali: lo ha annunciato l’agenzia di stampa russa Tass, citando il premier dimissionario. Il presidente della Repubblica Vladimir Putin ha pubblicamente ringraziato Medvedev per il lavoro svolto aggiungendo, però, “che non tutto è stato fatto”.

Secondo quanto riferito, la fine del governo è stata orchestrata per consentire a Putin ampie modifiche costituzionali anticipiate nel suo discorso di indirizzo annuale pronunciato poche ore prima.