Roma: giunta Raggi nella bufera, si dimettono capo gabinetto e assessore al bilancio

1 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Il capo di gabinetto di Roma Capitale, Carla Raineri, e l’assessore al bilancio Marcello Minenna, hanno rassegnato le proprie dimissioni.

Così ieri Virginia Raggi, sindaco di Roma, aveva scritto in un post su Facebook:

“Sulla base di due pareri contrastanti, ci siamo rivolti all’ANAC che, esaminate le carte, ha dichiarato che la nomina della dottoressa Carla Romana Raineri a Capo di Gabinetto va rivista in quanto ‘la corretta fonte normativa a cui fare riferimento è l’articolo 90 TUEL’ e ‘l’applicazione, al caso di specie, dell’articolo 110 TUEL è da ritenersi impropria’. Ne prendiamo atto. Conseguentemente, sarà predisposta l’ordinanza di revoca”.

Era stato lo stesso Minenni a indicare Carla Romana Raineri per la giunta romana. Il sindaco di Roma (M5S) avrebbe poi deciso di revocare la nomina e a tale scelta sono seguite le dimissioni. Come ricorda La Stampa:

“Carla Romana Raineri, infatti, magistrato, aveva da subito detto di non voler rinunciare ai suoi emolumenti (193 mila euro), lo stesso aveva fatto Minenna, dirigente in Consob, che pur ricoprendo la carica di assessore capitolino non aveva rinunciato allo stipendio di 120 mila euro. E dopo le polemiche delle settimane scorse poche ore fa le dimissioni. Ora la sindaca Raggi si trova ad affrontare una doppia grana, quella di sostituire due pedine molto importanti della giunta capitolina in un momento in cui tra la sindaca e il direttorio sembra essere sceso il gelo”