Ritrovata uccisa la trans simbolo delle proteste in Turchia

22 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

Hande Kader, prostituta transgender già simbolo delle proteste di piazza del giugno 2015 a Istanbul è stata ritrovata morta, con il corpo bruciato, nel sobborgo di  Zekeriyakoy, mostrando segni evidenti di stupro. Kader era stata vista l’ultima volta lo scorso 8 agosto, quando un cliente l’aveva caricata sulla sua automobile, a Istanbul. Forte l’indignazione della comunità Lgbt turca, sempre più oggetto di violenze e manifestazioni d’odio nel Paese: “Chi ha ucciso Hande vive nelle vostre case, dorme tra la vostre lenzuola e mangia alla vostra tavola”, hanno comunicato. Secondo un rapporto della Ong Transgender Europe, dal 2008 la Turchia è il Paese nel quale la sicurezza dei trans è più a rischio, con 43 vittime; al secondo posto, l’Italia.