Rifiuti: in Italia costi più alti con servizi insoddisfacenti

30 Maggio 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Primato negativo al comune di Roma per i costi più alti per l’igiene urbana e la maggiore insoddisfazione dei cittadini per questo servizio. La raccolta di immondizia costa ai romani 249,9 euro pro capite, il 50,9% in più rispetto alla media nazionale ed il 9,5% in più rispetto ai 225,15 euro rilevati nel 2010. A dare i numeri è uno studio di Confartigianato che mette in luce quanto oggi costa il servizio rifiuti nelle varie città italiane.

Solo Palermo batte Roma, con appena il 7% dei cittadini soddisfatti per l’igiene urbana. I risultati migliori della Penisola si trovano invece a Verona, Bologna e Torino.

Tra le regioni più care troviamo il Lazio (Roma compresa) dove si arriva a un costo di 220,3 euro per abitante, seguono Liguria con 212,7 euro, Toscana con 210,3 euro, Campania (196,7), Sardegna (192,1), e Umbria con 182,2 euro. Va decisamente meglio agli abitanti del Molise, dove i cittadini pagano 116,2 pro capite, seguiti nella classifica dal Trentino Alto Adige (130,6 euro) e quindi dal Friuli Venezia Giulia con 130,7 euro per abitante.