Reuters: scandalo frode in BT Italia, coinvolti tre alti dirigenti

13 Febbraio 2019, di Alessandra Caparello

Tre alti dirigenti del gruppo BT operanti erano a conoscenza di una serie di frodi contabili perpetrate nell’unità italiana. Lo rivela oggi la Reteurs a conoscenza di un documento preparato dai pubblici ministeri italiani a conclusione delle indagini preliminari.

Nel documento si afferma che una rete di persone operanti in BT Italia ha esagerato le entrate, falsificato fatture e inventato transazioni di fornitori fittizie al fine di raggiungere obiettivi di bonus e mascherare le reali prestazioni finanziarie dell’unità. I  procuratori per la prima volta hanno nominato i dirigenti che hanno lasciato BT da quando è emerso lo scandalo, come sospettati. Nelle carte dei pm BT Italia viene indicata come imputata e non più come parte danneggiata.