Referendum: boom sondaggi clandestini. SI e NO diventano cavalli e anche santi

2 Dicembre 2016, di Redazione Wall Street Italia

In queste ore starebbero facendo furore i sondaggi clandestini, con gli scommettitori che starebbero piazzando le scommesse anche sotto forma di “corse ippiche”. E’ quanto rende noto Direttanews.it, scrivendo che “i bookmaker – in maniera non ufficiale – danno il No a quota 1,34 mentre il Sì è a 3,75, ovvero secondo gli scommettitori per il fronte dei contrari alla riforma ci sarebbe il 75% di possibilità di vittoria.

“Sì e no, in alcuni sondaggi “clandestini”, diventano due cavalli da corsa, ribattezzati Truie Blessée e Assemblage Hétéroclite: quest’ultimo viene dato in vantaggio di quattro secondi e otto, che corrispondono al 4,8%.

Non mancano riferimenti di tipo ecclesiastico secondo i quali in un ipotetico conclave, San NOrberto avrebbe dalla sua parte 53 cardinali contro i 46 di San SImplicio. Gli analisti che si occupano di automobili e fanno riferimento a Sale West Gas fanno sapere che il 53,5% è favorevole all’original board (corrispondente al No alle modifiche) mentre per il new board sono soltanto il 46,5%”.

Businessonline.it rende noto inoltre che circolano indiscrezioni che parlano di un voto all’estero con una fote affluenza e con, dai rilievi e sondaggi, una vittoria del sì al 75%. “Dall’altra parte altri sondaggi clandestini aggiornati sempre ad oggi questa mattina e ad inizio pomeriggio parlando di un distacco ancora favorevole al no del 6% quasi tutti”.