Reddito di cittadinanza: Lega presenta norma anti-furbetti divorziati

13 Febbraio 2019, di Alessandra Caparello

Chi farà domanda per il reddito di cittadinanza ed è separato o divorziato dopo il 1 settembre 2018, dovrà certificare con apposito verbale della Polizia Municipale” di non risiedere effettivamente più insieme.

Questo l’emendamento presentato dalla Lega al decreto legge sul Reddito che esclude dall’accesso al sussidio i coniugi separati e divorziati “qualora continuino a risiedere nella stessa abitazione”. Un altro emendamento presentato sempre dalla Lega chiede poi di dare priorità, nel programma del reddito di cittadinanza, alle famiglie con disabili.