Recovery Fund, premier olandese scettico su accordo già venerdì

14 Luglio 2020, di Alberto Battaglia

Il vertice dei capi di stato e di governo europei in programma venerdì difficilmente riuscirà a colmare le distanze che dividono i leader in materia di Recovery Fund: è quanto ha fatto capire il premier olandese, Mark Rutte, capofila nel gruppo dei Paesi più critici rispetto al piano presentato dalla Commissione europea.

“Dietro le quinte, le risposte alle nostre proposte non mi fanno sperare sulla possibilità di raggiungere un accordo”, ha detto Rutte durante un dibattito al parlamento olandese, aggiungendo che il principale ostacolo consiste nel raggiungere un consenso sui meccanismi di controllo sui Paesi che ricevono i fondi. L’obiettivo, secondo la prospettiva olandese, è quello di assicurarsi che le riforme promesse vengano portate a termine.