Putin: rivolte negli Usa “mostrano profonde crisi interne”

15 Giugno 2020, di Alberto Battaglia

Il presidente russo Vladimir Putin ha commentato le ondate di proteste legate all’uccisione dell’afroamericano George Floyd non solo al problema del razzismo, ma anche alla gestione della crisi coronavirus negli Stati Uniti.  Putin, citato dall’agenzia Tass, ha parlato nel corso di un’intervista rilasciata alla tv di stato Rossiya-1.

“Ciò che è successo (negli Usa) è la manifestazione di alcune profonde crisi interne” ha detto Putin “ciò mostra che ci sono problemi”.
“I fatti connessi alla lotta al coronavirus hanno gettato luce su problemi di tipo generale. Se questa lotta per i diritti naturali sfocia nel sangue e nella rivolta non vedo nulla di buono per il Paese”.

“Noi nell’Unione Sovietica e nella Russia moderna sentiamo una grande vicinanza per gli afroamericani nella loro lotta per i diritti naturali”.