Prysmian: conti in linea con le attese. Banca IMI: “E’ da comprare”

28 Febbraio 2018, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Prysmian ha pubblicato i conti relativi al 2017 che vedono ricavi in crescita pari a 7,9 miliardi di euro e una variazione organica negativa di un minimo 0,1% a parità di perimetro e al netto di variazioni del prezzo di metalli e cambi.

Il periodo si è chiuso con un utile netto pari a 223 milioni di euro, in calo dai 262 milioni del 2016. L’utile di pertinenza dei soci della capogruppo è stato pari a 227 milioni, dai 246 dell’anno precedente.

Positivo il commento di Banca IMI secondo cui l’EBITDA è in linea con le attese.

“Nonostante un risultato operativo adjusted inferiore alle stime, su base annuale Prysmian non ha deluso. Ha pesato l’impatto dell’euro forte. L’EBITDA di 733 milioni è stato in linea con le indicazioni del gruppo (che aveva fissato linee guida comprese nella forchetta 710-750 milioni). “Le cifre sull’EBITDA (Margine operativo lordo) sono state influenzate da tassi di cambio sfavorevoli per circa 11 milioni, principalmente nel quarto trimestre”.

Banca IMI infine conferisce un rating di Buy sui titoli e un prezzo obiettivo a 12 mesi di 34,8 euro contro i 25,92 euro della chiusura di ieri.