Processo scandalo Libor, banchieri “mossi dall’avidità”

6 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

LONDRA (WSI) – I cinque ex banchieri di Barclays accusati di aver preso parte alle vicende legate alle manipolazioni del Libor e dei tassi interbancari, sono stati “mossi dal denaro e la loro condotta non è del tutto diversa da chi ruba”.

A dirlo il tribunale londinese che conduce l’inchiesta  penale sugli accordi di cartello che pilotavano la quotazione del parametro finanziario era stata avviata dopo che Deutsche Bank, Barclays e Sociète Generale avevano ammesso nel 2013 il loro coinvolgimento nello scandalo. I cinque banchieri sono Andreas Hauschild, Joerg Vogt, Ardalan Gharagozlou, Kai-Uwe Kappauf e Stephane Esper, che dovrebbero essere processati a settembre a Londra con altri 6 imputati di Deutsche Bank e Barclays.

Secondo il procuratore James Hines: “Questo è un caso di frode. Gli imputati erano dipendenti di Barclays Bank e l’accusa è aver cospirato per frodare le persone”.