Prime denunce per lo scandalo dell’acqua contaminata di Flint

21 Aprile 2016, di Alberto Battaglia

Lo spinoso caso delle acque contaminate in Michigan (Stati Uniti) vede arrivare le prime denunce a carico di tre dipendenti governativi, l’accusa, fra le altre, è quella di aver coperto le prove della contaminazione. Si tratta, nello specifico, di un impiegato di Flint e di due dipendenti statali cui era stato richiesto di monitorare la qualità dell’acqua nelle città. Il procuratore generale, Bill Schuette, ha annunciato che “è solo l’inizio” e che altri nomi verranno fuori fra i possibili responsabili dello scandalo nel quale i cittadini di Flint hanno bevuto per mesi acqua con livelli di piombo altamente tossici.
Karen Weaver, neoeletto sindaco della cittadina da 100mila abitanti, ha dichiara di voler ottenere la storia completa di come sono andate le cose; anche per la Weaver queste tre denunce “sono l’inizio”.