PolettI: “Durante il governo Renzi creati 585 mila posti di lavoro”

31 Agosto 2016, di Mariangela Tessa

ROMA (WSI) – Durante il governo Renzi gli occupati sono aumentati di 585mila unità.

A commentare i dati Istat sul lavoro, dffusi oggi, è il ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti, che ha sottolineato come le tendenze di breve e di lungo periodo del mercato del lavoro rimangono “positive” mentre “occorre confermare la scelta di politiche espansive che sostengano consumi e investimenti”.

“Dopo quattro mesi di crescita, con valori peraltro oggi corretti in aumento rispetto al precedente comunicato Istat, il mercato del lavoro registra, a luglio, un calo, determinato essenzialmente dalla diminuzione dei lavoratori indipendenti, che erano invece aumentati nel mese precedente. Resta stabile il dato relativo al lavoro dipendente”, ha osservato.

Secondo il ministro,

“positivi i dati riferiti alle tendenze sia di breve che di lungo periodo. Nel trimestre maggio-luglio l`occupazione cresce di 157mila unità e, su base annua, di 266mila unità. In particolare, il miglioramento della qualità del lavoro è segnalato dall`aumento (+ 244mila) dei lavoratori dipendenti stabili su base annua. Dall`insediamento del governo Renzi, gli occupati sono 585mila in più: erano 22milioni e 180mila, oggi sono 22milioni e 765mila”.