Pil Italia: anche l’Ocse pronto a rivedere al ribasso stime Pil

23 Gennaio 2019, di Mariangela Tessa

Nella raffica di revisioni al ribasso sulle stime del Pil Italia si aggiunge anche l’Ocse. Le nuove stime dell’istituto di Parigi, che saranno diffuse a marzo, potrebbero tagliare la previsione di crescita per l’Italia.

Lo ha confermato ieri Angel Gurrìa, segretario generale dell’organizzazione, a margine dei lavori del Forum economico mondiale. Alla domanda se sia in arrivo un taglio per la crescita dell’Italia nel 2019 anche da parte dell’Ocse, dopo che ieri il Fondo monetario internazionale l’ha rivista a 0,6% dall’1%, Gurria ha risposto “sì, può essere”.

Le ultime stime dell’Osce sulla crescita italiana, a novembre 2018, indicavano 0,9% per il 2019, ed erano già riviste al ribasso dall’1,1% di appena due mesi prima. Lo 0,9% anticipato per l’Italia era il tasso di crescita più basso per i 30 Paesi membri dell’Ocse salvo la Turchia e l’Argentina.