Pictet AM lancia il suo primo Eltif sull’immobiliare

17 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Pictet Asset Management (Pictet AM) ha lanciato il suo nuovo fondo di private real estate: Pictet Real Estate Capital Elevation Core Plus ELTIF sicav
(Elevation Core Plus), la sua prima strategia in forma di ELTIF (European Long Term Investment Fund, ndr) autorizzata alla distribuzione sul segmento retail del mercato italiano. La strategia investe in attività residenziali, uffici e logistica dell’ultimo miglio nelle principali città dell’Europa occidentale. L’approccio d’investimento si fonda su tre fattori di crescita e catalizzatori di cambiamento nel settore immobiliare: sostenibilità, vivibilità e tecnologia. Il fondo mira, infatti, a generare rendimento migliorando al contempo la sostenibilità e la vivibilità delle attività immobiliari in cui investe grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia.

La strategia Elevation Core Plus va ad integrare la famiglia di fondi Elevation del Gruppo Pictet, nata con il primo fondo di private real estate con approccio value add, contraddistinto da una raccolta di grande successo e chiuso al raggiungimento del target di 700 milioni di euro a febbraio 2020. Il fondo Elevation Core Plus sarà gestito da un team dalla comprovata esperienza, composto da oltre 10 professionisti e guidato da Zsolt Kohalmi, global head of real estate. I membri senior del team vantano un’esperienza pluriennale negli investimenti e un track record di 181 operazioni effettuate nel settore immobiliare per 35,5 miliardi.

Il fondo, che ha la forma giuridica di SICAV parte II di diritto lussemburghese ed è conforme alla normativa ELTIF , sarà classificato art. 8 secondo la SFDR (Sustainable Finance Disclosure Regulation). L’importo minimo di sottoscrizione è di 20 mila euro per la classe di azioni retail (classe di azioni R). Pictet Real Estate Capital Elevation Core Plus ELTIF SICAV si prefigge di ottenere un rendimento annuo lordo (Internal Rate of Return o IRR) tra il 7% e il 9%. Ciò comprende un reddito da locazione attorno al 4%, che offre una copertura parziale dell’inflazione, considerato che gli affitti sono collegati all’indice dei prezzi al consumo, e un apprezzamento atteso del capitale investito (circa il 2-4%) derivante dalla compravendita di
immobili e dai miglioramenti apportati alle strutture.

Zsolt Kohalmi, global head of real estate, ha commentato: «La pandemia ha accelerato i cambiamenti nel modo in cui viviamo, lavoriamo, facciamo
acquisti e passiamo il nostro tempo libero. I locatari chiedono una sempre maggiore flessibilità e attenzione agli aspetti ambientali e del comfort abitativo: la domanda di immobili più efficienti e più sostenibili sta crescendo a un ritmo senza precedenti e, di conseguenza, gli immobili in grado di soddisfare tali requisiti presentano un premio in termini di valutazioni. Ci focalizzeremo, dunque, sugli investimenti in immobili al centro della nuova economia postpandemica, con l’obiettivo di ridurne l’impatto ambientale e beneficiare dello spostamento della domanda verso un futuro più sostenibile».

Paolo Paschetta, country head di Pictet AM, ha aggiunto: “Forti della nostra esperienza trentennale, oggi possiamo finalmente mettere a disposizione degli investitori finali le nostre competenze nei real asset. Gli ELTIF, in particolare, consentono di accedere ai vantaggi delle attività non quotate attraverso una struttura ben regolamentata e attenuano il rischio derivante dalla discrepanza temporale tra la natura a lungo termine dell’investimento immobiliare ed eventuali esigenze di liquidità a breve termine degli investitori”.