Piazza affari chiude in rialzo la prima seduta della settimana

3 Agosto 2020, di Massimiliano Volpe

I forti rialzi di Wall Street e i segnali incoraggianti giunti dagli indicatori economici Pmi manifatturieri sospingono al rialzo i mercati a inizio ottava e l’indice Ftse Mib segna in chiusura +1,51% a 19.380 punti.

A Piazza Affari nel comparto industriale bene Prysmian a +4,67%. Molto bene anche i testimonial della galassia Agnelli con CNH a +4,94% ed Exor a +4,18%, mentre FCA è arrivata fino a +5% sopra il muro dei 9 euro. Il titolo si è uniformato al rally dell’intero comparto auto UE, con l’indice di settore che segna oltre +4 per cento. I dati sulle immatricolazioni auto in Francia segnano un +3,9% a luglio confermando il rimbalzo grazie anche all’effetto degli ecoincentivi. Oggi intanto gli analisti di Banca IMI hanno rivisto al rialzo il prezzo obiettivo su FCA a 10,7 euro confermando la raccomandazione d’acquisto (rating buy) sul gruppo guidato da Mike Manley dopo i conti del secondo trimestre 2020 che hanno evidenziato una perdita rettificata minore delle attese.

Male invece alcuni bancari a partire da Mediobanca (-4,25%) e Banco BPM (-1,81%) complice il warning di HSBC sui crediti inesigibili e i deboli numeri trimestrali di Societe Generale. Inoltre, alcune voci di mercato vedono Mediobanca potenzialmente coinvolta in un’ipotesi di spezzatino di Mps.