Petrolio sempre più in basso, Brent rompe soglia psicologica dei $40 al barile

8 Dicembre 2015, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Ancora una seduta no per le quotazioni del greggio, che continuano a scivolare, travolgendo anche il Brent, sceso sotto i 40 dollari al barile per la prima volta dal febbraio 2009. Sia il Brent sia il Wti ieri avevano perso il 6%, mettendo a tappeto il settore energetico.

A pesare e’ ancora la decisione dell’Opec di venerdi’ scorso di lasciare invariata la produzione, nonostante scorte mondiali in eccesso.

Intorno alle 16 italiane, il Brent segna un calo dell’1,8% a 39,99 dollari al barile. Al New York Mercantile Exchange, il West Texas Intermediate scivola del 2,3% a 36,77 dollari, a sua volta su nuovi minimi di sette anni.

Secondo i trader, la rottura al ribasso della soglia pari a 40 dollari per il Brent potrebbe avere un effetto psicologico notevole.