Petrolio, minirimbalzo dopo il crollo di martedì

14 Novembre 2018, di Alberto Battaglia

Il petrolio recupera parte delle perdite subite ieri in concomitanza con la chiusura delle borse europee: il Brent è su dell’1.81% a 66,53 dollari, mentre il Wti è in rialzo del 2,57% a 56,70 dollari. Si tratta di un rimbalzo lontano dal recuperare la scivolata del 7% di martedì, seguita alle dichiarazioni bellicose del presidente americano, Donald Trump, che ha criticato l’Opec sulla possibilità di approvare un nuovo taglio all’output per sostenere i prezzi del greggio (“Speriamo che l’Arabia Saudita e l’Opec non taglieranno la produzione di petrolio. I prezzi del petrolio dovrebbero essere molto più bassi sulla base dell’offerta!”, aveva twittato). 

Negli ultimi sette giorni il petrolio Wti ha perso oltre il 7% del valore; il Brent oltre il 6%.